Scampia, la verità del «Parco dei Ciliegi» sulla raccolta differenziata

Ho letto con sommo stupore l’articolo Scampia, rivolta contro il porta a porta «Non vogliamo i contenitori: puzzano» pubblicato da “Il Mattino” il 17maggio scorso a firma di un anonimo d.d.c.
Il servizio descrive il Parco dei Ciliegi a Scampia (dove abito da sette anni) in modo totalmente sballato, un racconto che non corrisponde affatto alla realtà.
Sinceramente l’articolo è davvero brutto, sia per il contenuto che per le intenzioni del giornalista di screditare un’intera comunità con fatti ed episodi raccontati con superficialità e senza alcun fondamento.
I condomini con i quali mi sono confrontato sono rimasti anche loro sbalorditi nel leggere la sequenza di imprecisioni (menzogne?) presenti nel pezzo, scritte da una persona che forse nemmeno conosce il nostro parco. Ed allora mi sento in obbligo di rispondere a d.d.c., l’autore dell’articolo, per ristabilire la verità e rendere giustizia a tutti gli abitanti del Parco che ogni giorno si impegnano per rendere il nostro quartiere migliore, a partire dal nostro condominio.

Segue la lettera che ho inviato a Il Mattino per chiedere la giusta rettifica.

“Egregio sig./sig.ra d.d.c.,
le scrivo per contestare l’articolo pubblicato da “Il Mattino” in data 17maggio dal titolo Scampia, rivolta contro il porta a porta «Non vogliamo i contenitori: puzzano» a sua firma.
Io abito nel parco da qualche anno e leggendo le sue parole mi sono prima stupito e poi arrabbiato. E’ vero che quando i dipendenti dell’ASIA hanno consegnato i cassonetti per la raccolta differenziata porta-a-porta, un gruppo di persone li ha attesi all’entrata ed ha protestato non volendo che i raccoglitori venissero posizionati negli androni dei palazzi sotto i balconi. Erano soprattutto gli abitanti delle case del primo piano.
Sig./sig.ra d.d.c., sa quante famiglie risiedono nel parco? Quasi 500! E quante di queste hanno dichiarato: «Noi i contenitori sotto casa non li vogliamo: puzzano» come Lei ha scritto? Forse due, tre o anche dieci?
E quante persone che ha intervistato (sempre se veramente è stato nel nostro condominio di persona) le hanno risposto «La monnezza noi la portiamo fuori del parco. Adesso, invece, con il porta a porta ce li hanno sistemati sotto casa. E a noi non va bene».

La verità è un’altra ed è l’opposto di ciò che ha scritto: il 16maggio la raccolta differenziata porta-a-porta è partita regolarmente nella quasi totalità dei palazzi del parco; ci sono state varie riunioni condominiali nelle scale ove c’erano ancora delle perplessità su dove posizionare i cassonetti, si è raggiunto un accordo ed oggi, 24maggio, la differenziata è una realtà. I raccoglitori della spazzatura fuori al nostro parco sono spariti e, calendario ASIA alla mano, ogni giorno buttiamo i rifiuti organici, il multimateriale, la carta e l’indifferenziato negli appositi cassonetti.
Se vuole ci venga a trovare, se verrà di lunedì potrà partecipare alla scuola di pallavolo per bimbi ed adulti, se invece passa la domenica mattina potrà guardarsi la partita di calcetto della scuola per i bambini. Nei giorni feriali invece potrà sempre giocare a bocce con gli appassionati del parco oppure a tennis nei due campi a disposizione dei più degli 80soci iscritti al circolo di tennis “Parco dei Ciliegi”. Dovremo solo capire in quale “serie” sarà classificato essendo la nostra associazione organizzata in quattro distinte categorie (A-B-C-D) a secondo della “bravura” dei giocatori (questo per farle capire l’impegno degli organizzatori).
Comunque se le fa piacere potrà partecipare alla “cena sociale” del primo luglio per festeggiare la fine dei tornei di tennis.

Ah, dimenticavo di aggiungere che tutte queste iniziative sono organizzate gratuitamente dagli abitanti del parco, da quelle mamme e papà che secondo il suo racconto hanno rivoltato i cassonetti dell’indifferenziata.
Certo, anche nel nostro parco ci sono tanti problemi, litigi e discussioni come in tutti i condomini ma le assicuro che l’impegno civile della maggioranza delle persone è notevole.

Ci venga a trovare ma l’avviso che se vedrà dei bimbi che scorrazzano in bici nella quadrata mentre altri impazzano per lo scivolo e l’altalena e se sentirà delle urla di donne, vedrà che non sono le femmine di Scampia che difendono gli spacciatori contro la polizia come il pregiudizio imporrebbe ma sono solo le voci delle mamme preoccupate che i loro bimbi non si facciano male giocando, come accade in ogni altro luogo del mondo.”

 

La raccolta differenziata porta-a-porta nel Parco dei Ciliegi

MMo

Sono nato a Napoli nel 1970, laureato in Matematica ed Informatico di professione, da sempre sono appassionato di tecnologia e di Internet, di sport e di ecologia, di cinema e di libri ... Mi piace mischiare le mie passioni e da questi minestroni nasce faCCebook.eu

Tagged with: , , , , , , , , ,
Pubblicato su TV e Media

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Scarica gratis l’app ufficiale di faCCebook!
«Gli ultimi giorni di HP Pozzuoli», scarica gratis l’ebook!

Inserisci la tua e-mail per ricevere le notifiche di nuovi articoli

Segui assieme ad altri 25 follower

Sponsor
Vietato calpestare i sogni ©ELisa

Se i tuoi sogni dovessero volare più in alto di te,lasciati trasportare.Almeno nella fantasia, non poniamoci mai dei limiti.

Bike Sharing Napoli

Un nuovo sito targato WordPress

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

Monster's Blog

Sbatti il "mostro" in homepage!

Questione di... Social!

Susanna Moglia - Content Marketing | SEO | Social Media Marketing

Marco Freccero

La storia prima di tutto

apbeni

Just another WordPress.com site

DonneInsieme

Un confronto aperto sulle passioni, i sogni, le delusioni e le incazzature quotidiane

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Lo Scrittore Maledetto

Non è tanto chi sei, quanto quello che fai, che ti qualifica

Gabriellaraffaele's Weblog

Grazie di aver visitato la mia pagina del blog

La Triquetra

Blessed are the stupid who can dream...

Il blog di Tonia Limatola

"Non siamo mai così privi di difesa, come nel momento in cui amiamo" S.Freud

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

Targato Gs o Cs

La vita secondo noi, giornaliste o croniste sfigate

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: