La vacanza in montagna e la ricerca della casa, questioni da «mentalizzare»

«Signor Monfrecola, Lei deve mentalizzare» fu l’unica frase che l’agente immobiliare riuscì a pronunciare guardando il mio volto sgomento. Mi aveva appena proposto un appartamento da acquistare ma evidentemente la mia espressione sbigottita non lasciava dubbi: quel rudere era un’offesa alla mia intelligenza!
Mentalizzare cosa significava? Il mio cervello eseguì una veloce ricerca dicotomica nell’emisfero destro ma nulla, quel termine non era presente. Analogamente accadde nella corteccia sinistra, mentalizzare, nessun risultato. Siccome sono dotato di una mente “scrupolosa”, il mio encefalo non si demoralizzò e scavò nei meandri dei ricordi fino ad arrivare alle esperienze più lontane dell’infanzia, forse in un passato remoto avevo qualche volta mentalizzato a mia insaputa?
Nulla, quel termine era a me ignoto.

Ma come spesso accade, dove non giunge la teoria o la scienza arriva la vita e così, anni dopo, capii cosa volesse dire quel simpatico agente immobiliare quando, difronte ad una casa che a mio modesto avviso era solo da abbattere, senza scomporsi e con la calma di chi la sa lunga, mi suggerì di mentalizzare.
L’ho capito questo ferragosto, bloccato nella mia auto sotto un diluvio d’acqua a Civitella Alfedena, una ridente località di montagna a mille e cento metri di altezza nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo, luogo dove, insieme alla mia famigliola, avevo deciso di trascorrere una rilassante vacanza.
Chiusi nella nostra valorosa Skoda, in attesa che il temporale passasse, pensavo tra me e me: «devo mentalizzare, devo mentalizzare …» mentre secchi di pioggia cadevano violentemente sulla nostra auto. Resistevamo con i tergicristalli alla massima velocità e l’aria condizionata a palla per evitare che i vetri si appannassero del tutto. Sembravamo essere gli attori di una epica scene di un film in cui la natura si ribella all’uomo travolgendo tutto e tutti con bufere, cicloni e tornado.

Improvvisamente sembrò notte, il cielo era interamente ricoperto da grossi nuvoloni neri carichi di grandine. Mi incoraggiò notare che avevo al polso il mio fidato orologio subacqueo, mi sentivo pronto ad incassare i quintali di pioggia che cadevano dal cielo senza interruzione, dopotutto erano solo le tre del pomeriggio. Come dei soldati rinchiusi nel loro bunker assediati dai bombardamenti nemici non potevamo che attendere la fine di quell’incubo, nel mentre continuavo a «mentalizzare»
Un’ora più tardi smise di piovere, il cielo si pulì e tornò il sereno. Aprii lo sportello della mia vecchia auto che eroicamente ci aveva difeso da quell’improvviso attacco del meteo, tra noi ed il Bed&Breakfast che avevamo prenotato c’era solo un ultimo ostacolo da superare, un “fiume” d’acqua che scorreva poderoso lungo il bordo della strada portandosi dietro erba e foglie.
Quando poteva essere profondo quel canale d’acqua? Due o tre centimentri credo, nulla di pericoloso ma in quel momento sembrava un fiume in piena! «mentalizzai» ancora una volta e mi feci coraggio: portai la mia famiglia al sicuro, la vacanza poteva avere inizio …

E così quest’estate per la prima volta in vita mia ho «mentalizzato» ed oggi assaporo appieno il significato di questa nuova esperienza: «mentalizzare», farsi coraggio nelle situazioni più estreme, adattarsi ad ogni ambiente, non abbattersi se difronte si materializza una realtà diversa da quella attesa, avere la capacità di immaginare come potrebbe essere un’esperienza che inizialmente sembra totalmente negativa, non lasciarsi ingannare dalla prima apparenza ma indagare per comprendere tutte le potenzialità, studiare tutte le possibili evoluzioni, riuscire a guardare oltre, capire che da una roccia può sempre nascere un’opera d’arte.
«Mentalizzare», in pratica la virtù che necessita a chi vuol comprare casa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

MMo

Sono nato a Napoli nel 1970, laureato in Matematica ed Informatico di professione, da sempre sono appassionato di tecnologia e di Internet, di sport e di ecologia, di cinema e di libri ... Mi piace mischiare le mie passioni e da questi minestroni nasce faCCebook.eu

Tagged with: , , , , ,
Pubblicato su Luoghi e viaggi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Scarica gratis l’app ufficiale di faCCebook!
«Gli ultimi giorni di HP Pozzuoli», scarica gratis l’ebook!

Inserisci la tua e-mail per ricevere le notifiche di nuovi articoli

Segui assieme ad altri 25 follower

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.

Sponsor
Vietato calpestare i sogni ©ELisa

Se i tuoi sogni dovessero volare più in alto di te,lasciati trasportare.Almeno nella fantasia, non poniamoci mai dei limiti.

Bike Sharing Napoli

Un nuovo sito targato WordPress

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

Monster's Blog

Sbatti il "mostro" in homepage!

Questione di... Social!

Susanna Moglia - Content Marketing | SEO | Social Media Marketing

Marco Freccero

La storia prima di tutto

apbeni

Just another WordPress.com site

DonneInsieme

Un confronto aperto sulle passioni, i sogni, le delusioni e le incazzature quotidiane

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Lo Scrittore Maledetto

Non è tanto chi sei, quanto quello che fai, che ti qualifica

Gabriellaraffaele's Weblog

Grazie di aver visitato la mia pagina del blog

La Triquetra

Blessed are the stupid who can dream...

Il blog di Tonia Limatola

"Non siamo mai così privi di difesa, come nel momento in cui amiamo" S.Freud

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

Targato Gs o Cs

La vita secondo noi, giornaliste o croniste sfigate

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: