Il dentista

Bloccato sulla poltrona, fissavo terrorizzato la fredda luce bianca del neon sopra di me. Alla mia sinistra, l’infermiere, con decisione, teneva fermo un tubicino che partiva da un diabolico macchinario e giungeva fino alla mia bocca. Emetteva uno sputo d’acqua che, con somma pigrizia, giungeva fino alle mie esauste amigdale palatine e che non mi permetteva di proferire parola.
In bocca mi lasciava un acre sapore.

Il dottore alla mia destra indossava una perfida mascherina e di tanto in tanto bofonchiava qualcosa al suo assistente. Era un uomo grosso, capelli bianchi che facevano trasparire un’età non più giovanile, sicuro nei modi e, nonostante la deprimente situazione, anche gentile. Non era affatto contento della mia opposizione passiva: corpo rigido, fronte sudata, muscoli tesi … anche se immobilizzato non accettavo di essere torturato da quel mostro.

Dopo qualche istante di studio, il mio aguzzino sciolse ogni incertezza e passò all’azione: era chiaro che nella sua lunga carriera di seviziatore aveva affrontato ogni sorta di resistenza umana senza lasciarsi impietosire. Bimbi, anziani, signore, uomini di ogni età, «credo che abbia risparmiato solo le donne in dolce attesa» pensai speranzoso; in tanti erano passati su quella poltrona, nessuno l’aveva scampata.

Il dentista azionò il trapano odontoiatrico ed iniziò la pulizia dei denti.

Trascorsi quindici infiniti minuti sotto i ferri, è la tortura che ogni anno mi infliggo per una corretta igiene orale.
Quando il dottore mi comunicò «abbiamo finito, può andare, i suoi denti ora sono come nuovi!» il mio volto riacquistò il giusto colorito, i muscoli si distesero ed il corpo si ammorbidì.
Tornai alla vita.

Ma, come ogni storia che si rispetti, mancava ancora il colpo di scena finale: andai dalla segretaria del luminare per pagare la parcella concordata, sborsai i 50€ senza batter ciglio e rimasi in attesa della ricevuta fiscale.

A voi, attenti Lettori, non resta che indovinare chi sia il vero mostro di questa storia.

 

MMo

Sono nato a Napoli nel 1970, laureato in Matematica ed Informatico di professione, da sempre sono appassionato di tecnologia e di Internet, di sport e di ecologia, di cinema e di libri ... Mi piace mischiare le mie passioni e da questi minestroni nasce faCCebook.eu

Tagged with: , , , , , , , ,
Pubblicato su Lavoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Scarica gratis l’app ufficiale di faCCebook!
«Gli ultimi giorni di HP Pozzuoli», scarica gratis l’ebook!

Inserisci la tua e-mail per ricevere le notifiche di nuovi articoli

Segui assieme ad altri 25 follower

Sponsor
Vietato calpestare i sogni ©ELisa

Se i tuoi sogni dovessero volare più in alto di te,lasciati trasportare.Almeno nella fantasia, non poniamoci mai dei limiti.

Bike Sharing Napoli

Un nuovo sito targato WordPress

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

Monster's Blog

Sbatti il "mostro" in homepage!

Questione di... Social!

Susanna Moglia - Content Marketing | SEO | Social Media Marketing

Marco Freccero

La storia prima di tutto

apbeni

Just another WordPress.com site

DonneInsieme

Un confronto aperto sulle passioni, i sogni, le delusioni e le incazzature quotidiane

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Lo Scrittore Maledetto

Non è tanto chi sei, quanto quello che fai, che ti qualifica

Gabriellaraffaele's Weblog

Grazie di aver visitato la mia pagina del blog

La Triquetra

Blessed are the stupid who can dream...

Il blog di Tonia Limatola

"Non siamo mai così privi di difesa, come nel momento in cui amiamo" S.Freud

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

Targato Gs o Cs

La vita secondo noi, giornaliste o croniste sfigate

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: