Scampia, benvenuto ai turisti (basta non nominare droga e camorra)

Abito a Scampia da sette anni e, sinceramente, il famigerato quartiere a nord di Napoli non lo si può definire normale. E difatti, dai media, viene trattato come una “zona speciale”: ogni cosa che accade quì risultaeccessiva, sia nel bene che nel male.
Confermo che la pessima fama del rione napoletano non è pura fantasia ma é la dura realtà che ogni giorno, noi onesti cittadini, viviamo sulla nostra pelle, è inutile negarlo.
Lo so, voi attenti Lettori già mi avete capito, dico Scampia e cosa vi balena in mente?

Un luogo ricco di piaghe sociali, la peggiore di tutte che inficia sulla nostra qualità della vita è, senza dubbio, l’orario della metropolitana: il treno che collega la nostra martoriata zona con il resto della città parte ogni quindici minuti!
Inammissibile.

Devo ammettere che noi, abitanti di Scampia, siamo dotati di una santa pazienza obbligati a subire angherie di qualsiasi genere.
Vogliamo parlare degli autobus ANM? Alle fermate non sono presenti i display elettronici (come nel resto della città) che informano, in tempo reale, l’utenza dei periodi di attesa e degli orari di partenza/arrivo dei mezzi pubblici.
Perché questa discriminazione? Forse a Scampia non paghiamo il biglietto come nel resto della città?
Ancora inammissibile.

Ma noi, rispettabili abitanti di Secondigliano, siamo indulgenti e disposti a sorvolare sull’inefficienza del trasporto pubblico.

Purtroppo, però, Scampia è famosa nel mondo anche per altri aspetti negativi.

La vera piaga, infatti, é la processione di turisti che quotidianamente confluiscono a Scampia in qualsiasi orario del giorno e della notte con ogni mezzo, alcuni anche a piedi se necessario. Passeggiano per il quartiere senza essere informati, sembrano automi alla ricerca di una meta, questi incauti villeggianti sono talmente rapiti dalle bellezze del luogo che spesso attraversano le strade senza preoccuparsi delle auto che sfrecciano veloci per le larghe vie alberate, altri sembrano “lontani” con la testa sospesi in un sogno, in molti chiedono lumi ai giovani che bighellonando nelle piazze si abbronzano al sole.
Questa è la vera piaga di Scampia: l’assenza di info-point per i numerosi viaggiatori che, ansiosi ed in preda a forti crisi, cercano le notizie su come trascorrere in modo stupefacente la loro vacanza e non trovano la giusta organizzazione.

Il Comune ha già preso seri provvedimenti installando all’uscita della metropolitana di Piscinola-Secondigliano il famoso doppio cartello di benvenuto (sia in italiano che in inglese) ma non basta. Questi turisti stupefatti chiedono uno sforzo maggiore alla giunta.
Protestano poiché il manifesto cita “Basta crederci e trovi un mare di bene a Scampia”, e visto il loro stato di eccitazione desidererebbero veramente lidi organizzati, spiagge pulite e acque dove tuffarsi (non solo con la fantasia).

Forza Sindaco, non deludiamo i nostri allucinati visitatori.

Basta crederci e trovi un mare di bene a Scampia

MMo

Sono nato a Napoli nel 1970, laureato in Matematica ed Informatico di professione, da sempre sono appassionato di tecnologia e di Internet, di sport e di ecologia, di cinema e di libri ... Mi piace mischiare le mie passioni e da questi minestroni nasce faCCebook.eu

Tagged with: , , , ,
Pubblicato su Società

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Scarica gratis l’app ufficiale di faCCebook!
«Gli ultimi giorni di HP Pozzuoli», scarica gratis l’ebook!

Inserisci la tua e-mail per ricevere le notifiche di nuovi articoli

Segui assieme ad altri 25 follower

Sponsor
Vietato calpestare i sogni ©ELisa

Se i tuoi sogni dovessero volare più in alto di te,lasciati trasportare.Almeno nella fantasia, non poniamoci mai dei limiti.

Bike Sharing Napoli

Un nuovo sito targato WordPress

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

Monster's Blog

Sbatti il "mostro" in homepage!

Questione di... Social!

Susanna Moglia - Content Marketing | SEO | Social Media Marketing

Marco Freccero

La storia prima di tutto

apbeni

Just another WordPress.com site

DonneInsieme

Un confronto aperto sulle passioni, i sogni, le delusioni e le incazzature quotidiane

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Lo Scrittore Maledetto

Non è tanto chi sei, quanto quello che fai, che ti qualifica

Gabriellaraffaele's Weblog

Grazie di aver visitato la mia pagina del blog

La Triquetra

Blessed are the stupid who can dream...

Il blog di Tonia Limatola

"Non siamo mai così privi di difesa, come nel momento in cui amiamo" S.Freud

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

Targato Gs o Cs

La vita secondo noi, giornaliste o croniste sfigate

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: