Il mio amico Dylan

Dylan é divenuto troppo grosso, a casa non entra più nello spazio che, ventidue anni fa, gli assegnai. Eppure gli ho offerto una fetta consistente del mio studio ma non basta. Il problema fondamentale è che, mese dopo mese, Dylan aumenta di volume costantemente.

E’ più forte di lui, è una necessità, direi quasi che si tratta di sopravvivenza, Dylan non riesce a fermare la sua crescita.

A dire il vero, fino a qualche mese addietro, Dylan era un inquilino perfetto; mai uno scivolone o una caduta (di stile), nessun problema con il resto della famiglia, viveva perennemente chiuso in stanza, usciva solo se convocato, in genere mi teneva compagnia un giorno al mese per mezz’ora e poi si ritanava nuovamente nello studio, in letargo fino alla successiva covocazione. Spesso avevo la necessità di vederlo per ripetere un vecchio discorso che avevamo trattato in passato. Amore, Morte, Amicizia, Vita, Mostri … le sue parole nascondevano sempre un significato profondo, mai banale.

Da qualche tempo, purtroppo, Dylan si è ingrandito oltre misura ed ora devo disfarmene.

La difficoltà è trovare la giusta soluzione: sono troppo legato a Dylan per escluderlo del tutto dalla mia vita ma non posso nemmeno continuare ad assistere alla sua indiscriminata crescita senza intervenire.
E così, con un coraggio che non sapevo di avere, mi sono deciso: ho fatto a pezzi Dylan, l’ho chiuso in appositi scatoloni e, non senza fatica, ho trasportato i quattro grossi pacchi giù nel seminterrato.
Ciò che ne è rimasto, l’ho regalato ad altri maniaci come me.

E’ stata un’azione dura e decisa ma sofferta, ho rinunciato ad avere sempre con me, nella mia stessa casa,dopo ventidue anni di stretto contatto fisico e morale, la serie completa ed originale di Dylan Dog.

I miei primi trecento numeri da oggi sono ben conservati nel garage dei miei genitori.

I numeri speciali, i “Maxi”, gli “Almanacchi della paura” e tutti i fumetti fuori serie, invece, li ho regalati ad amici e colleghi, sicuro e felice che quelle magnifiche storie continueranno a vivere al “calduccio” in altre case, in altri studi, in nuovi spazi, ispirando i sogni di altri ragazzi (ed adulti).

Un giorno recupererò Dylan dalla cantinola dei miei, riaprirò quegli scatoloni e inizierò nuovamente la lettura di quelle magnifiche storie, insieme al mio pargoletto che oggi ha quattro anni e, giocando nello studio, mi ha aiutato a sigillare gli albi negli scatoloni.

Dylan, amico mio, ci rivedremo presto.
Grazie di tutto.

 

Dylan Dog, la mia collezione completa ed originale

Dylan Dog, la mia collezione completa ed originale

 

MMo

Sono nato a Napoli nel 1970, laureato in Matematica ed Informatico di professione, da sempre sono appassionato di tecnologia e di Internet, di sport e di ecologia, di cinema e di libri ... Mi piace mischiare le mie passioni e da questi minestroni nasce faCCebook.eu

Tagged with: , , , , ,
Pubblicato su TV e Media

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Scarica gratis l’app ufficiale di faCCebook!
«Gli ultimi giorni di HP Pozzuoli», scarica gratis l’ebook!

Inserisci la tua e-mail per ricevere le notifiche di nuovi articoli

Segui assieme ad altri 25 follower

Sponsor
Vietato calpestare i sogni ©ELisa

Se i tuoi sogni dovessero volare più in alto di te,lasciati trasportare.Almeno nella fantasia, non poniamoci mai dei limiti.

Bike Sharing Napoli

Un nuovo sito targato WordPress

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

Monster's Blog

Sbatti il "mostro" in homepage!

Questione di... Social!

Susanna Moglia - Content Marketing | SEO | Social Media Marketing

Marco Freccero

La storia prima di tutto

apbeni

Just another WordPress.com site

DonneInsieme

Un confronto aperto sulle passioni, i sogni, le delusioni e le incazzature quotidiane

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Lo Scrittore Maledetto

Non è tanto chi sei, quanto quello che fai, che ti qualifica

Gabriellaraffaele's Weblog

Grazie di aver visitato la mia pagina del blog

La Triquetra

Blessed are the stupid who can dream...

Il blog di Tonia Limatola

"Non siamo mai così privi di difesa, come nel momento in cui amiamo" S.Freud

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

Targato Gs o Cs

La vita secondo noi, giornaliste o croniste sfigate

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: