Fine di un’amicizia? Colpa del nostro cervello limitato

Ognuno di noi può affermare di aver avuto una persona cara come un amico (o amica) che col tempo si è allontanato fino a sparire del tutto ed a dubitare che quel bel rapporto potesse essere realmente sincero.
Magari alla base della separazione non ci sono stati nemmeno dei veri motivi ma è avvenuto tutto spontaneamente fino a quando quella persona “speciale” non è stata cancellata dal nostro cervello.
Perchè succede?
Dopo le tanti amicizie finite, una risposta me la sono data e provo a spiegarla in questo articolo.

Pensiamo ad un hard disk, cioè una memoria nella quale archiviamo tutti i dati che un computer deve poi usare.
Qualsiasi hard disk ha una dimensione limitata, cioè una capacità di memorizzazione finita, anche se altissima il numero di “file” da conservare deve essere per forza finito e mai illimitato.
Nel tempo, col furore di voler archiviare tutto, verrà il momento che l’hard disk sarà pieno e l’unico modo per memorizzare nuovi dati sarà cancellare quelli vecchi.
Quali? Probabilmente quelli che non usiamo più o quelli considerati “meno recenti”. 

Anche il cervello umano ha una capacità limitata!

Questo influenza le emozioni ed i sentimenti che se pensati come “dati da memorizzare” occupano superficie in qualche parte della nostra testa.
L’amicizia, l’amore, la rabbia, la passione, i ricordi … sono tutte informazioni che il cervello deve registrare e conservare. I bimbi, gli adolescenti, i giovani, archiviono tutto ciò che osservano e che li circonda ma col tempo lo “spazio” per memorizzare i dati inizia a scarseggiare e quindi si è costretti per forza ad eliminare qualcosa per liberare “superficie” ove conservare le nuove informazioni, il tutto in modo equivalente a ciò che accade per gli hard disk.

Anche per le amicizie esiste un iter simile: l’area del cervello dedicato ha una capacità limitata (magari varia da uomo ad uomo) che viene subito occupato dalle persone che si vedono e si frequentano quotidianamente (i colleghi di ufficio, i vicini di casa, i compagni di scuola o di università, …).
Il posto per i conoscenti di “vecchia data” ogni giorno diminuisce sempre più per far spazio a quelle fresche e quotidiane che, purtroppo, non sempre sono vere-amicizie ma che comunque occupano un’area nella nostra testa.
Dobbiamo immaginare una “classifica” che istante per istante si aggiorna a secondo di dove siamo, di chi frequentiamo, con chi parliamo, scherziamo, condividiamo esperienze, trascorriamo tempo …

Come fare allora per evitare di perdere l’affetto di persone care e che non si frequentano spesso?
Occorre “ingannare” il cervello facendo in modo che i primi posti di questa speciale graduatoria che cambia rapidamente ed in modo automatico siano sempre occupati dalle persone a cui teniamo veramente mantenendo i contatti con ogni mezzo quali videochiamate, telefonate, sms o e-mail in modo da non perdere quella confidenza che è alla base di un rapporto speciale come l’amicizia e far capire al nostro cervello che quella persona non deve “perdere posizioni” in classifica e cadere nel dimenticatoio a cui seguirebbe l’inevitabile cancellazione.

E voi? Cosa ne pensate?

 

Cervello

 

MMo

Sono nato a Napoli nel 1970, laureato in Matematica ed Informatico di professione, da sempre sono appassionato di tecnologia e di Internet, di sport e di ecologia, di cinema e di libri ... Mi piace mischiare le mie passioni e da questi minestroni nasce faCCebook.eu

Tagged with: , , , , , , , , ,
Pubblicato su Amicizia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Scarica gratis l’app ufficiale di faCCebook!
«Gli ultimi giorni di HP Pozzuoli», scarica gratis l’ebook!

Inserisci la tua e-mail per ricevere le notifiche di nuovi articoli

Segui assieme ad altri 25 follower

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.

Sponsor
Vietato calpestare i sogni ©ELisa

Se i tuoi sogni dovessero volare più in alto di te,lasciati trasportare.Almeno nella fantasia, non poniamoci mai dei limiti.

Bike Sharing Napoli

Un nuovo sito targato WordPress

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

Monster's Blog

Sbatti il "mostro" in homepage!

Questione di... Social!

Susanna Moglia - Content Marketing | SEO | Social Media Marketing

Marco Freccero

La storia prima di tutto

apbeni

Just another WordPress.com site

DonneInsieme

Un confronto aperto sulle passioni, i sogni, le delusioni e le incazzature quotidiane

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Lo Scrittore Maledetto

Non è tanto chi sei, quanto quello che fai, che ti qualifica

Gabriellaraffaele's Weblog

Grazie di aver visitato la mia pagina del blog

La Triquetra

Blessed are the stupid who can dream...

Il blog di Tonia Limatola

"Non siamo mai così privi di difesa, come nel momento in cui amiamo" S.Freud

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

Targato Gs o Cs

La vita secondo noi, giornaliste o croniste sfigate

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: