Chi è Ed Hutchinson?

Sono presente su facebook da alcuni mesi con una pagina dedicata al mio blog faCCebook.eu nella quale pubblicizzo il “mostro di oggi”.
In poco tempo, grazie ad una serie di click giornalieri pseudo-casuali e saltando da conoscente-a-conoscente sono arrivato facilmente alla soglia dei 1500amici, per lo più persone tra di loro collegate e che io nemmeno conosco.
Tratto la mia pagina personale di facebook come se fosse riferita ad un esercizio commerciale con il solo scopo di promuovere i mostri da combattere e sono soddisfatto del rapporto impersonale che ho creato tra me e facebook, era questo il mio preciso intento.
D’altronde, nel mio profilo sul social network ho scritto chiaramente che non è la pagina personale di Mario Monfrecola e a conferma di ciò non ho mai pubblicato informazioni che mi riguardano né tantomeno fotografie mie o della mia sfera privata.
Della mia persona non c’era nessuna traccia se non il nome.

Mi chiedo: voi diventereste “amico” di una persona presente su un social network che non presenta informazioni personali né tantomeno una fotografia?

In realtà potrebbe nascondersi chiunque dietro ad un nickname.
Eppure, tra tutte le richieste che ho inviato solo alcuni mi hanno risposto chiedendomi (giustamente) “scusa, ma chi sei?”.
Una domanda che a me sembrerebbe scontata e che invece mi è stata posta raramente. Ciò a dimostrazione della superficialità con la quale su facebook si accetta una richiesta di amicizia dimenticandosi che poi si rende pubblica la propria bacheca, i propri pensieri, le fotografie dei partner e della famiglia … in pratica la propria vita.
In effetti si trattano i propri dati con approssimazione senza preoccuparsi che poi saranno fruibili agli estranei.

Sono sempre più convinto che gli iscritti ai social network non riescano più a scindere il pubblico dal privato e lo dimostrano i messaggi che si scambiano sulle bacheche, notizie che in altri tempi sarebbero viaggiate come e-mail (personali) oggi visibili a tutti.

Per rendere ancora di più impersonale la mia pagina facebook ho deciso di cambiare il mio “nome reale” (così viene definito il nome visualizzato) da Mario Monfrecola a Ed Hutchinson.
Chi è Ed Hutchinson?

E’  il giornalista intepretato da Humphrey Bogart nel film “L’ultima minaccia” del 1952.
Ed Hutchinson è un reporter idealista che, dopo la morte dell’editore, si oppone alla cessione del quotidiano per portare a termine una campagna contro un’organizzazione criminale.
Da MyMovies:
Uno dei migliori film di ambiente giornalistico, scritto e diretto da un ex giornalista che s’ispirò a fatti veri (la chiusura del New York World dopo la morte di Joseph Pulitzer) e uno dei più eloquenti sulla libertà di stampa, minacciata dai gruppi di pressione e dagli interessi mercantili. I duetti di H. Bogart con E. Barrymore sono d’antologia. Almeno in Italia, è passata in proverbio la battuta al telefono di Bogart: «Questa è la stampa, amico. E non ci puoi fare niente».

Se cercate “Ed Hutchinson” sul web lo troverete spesso associato a manifestazioni legate alla libertà di espressione proprio come la famosa frase che Humphrey Bogart usa per tappare la bocca durante la telefonata col malavitoso che lo minaccia: «Questa è la stampa, amico. E non ci puoi fare niente».

Una curiosità che ho trovato su Wikipedia
Nel film si trova risposta alla frase dell’Astrofisico Arthur Eddington sulla casualità (“se un esercito di scimmie battesse per un tempo sufficiente sui tasti di macchine da scrivere, produrrebbero prima o poi tutti i libri del British Museum…”): “Sì, ma poi chi diavolo li stamperebbe, bell’imbusto?!” si affretta a commentare seccamente il protagonista.

Chiudo con la mitica scena della telefonata con il tipografo in attesa dell’ok, l’orologio che scandisce il tempo, il rumore della macchina che stampa … (ad averceli oggi dei reporter così!)

MMo

Sono nato a Napoli nel 1970, laureato in Matematica ed Informatico di professione, da sempre sono appassionato di tecnologia e di Internet, di sport e di ecologia, di cinema e di libri ... Mi piace mischiare le mie passioni e da questi minestroni nasce faCCebook.eu

Tagged with: , , , , , ,
Pubblicato su Cinema

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Scarica gratis l’app ufficiale di faCCebook!
«Gli ultimi giorni di HP Pozzuoli», scarica gratis l’ebook!

Inserisci la tua e-mail per ricevere le notifiche di nuovi articoli

Segui assieme ad altri 25 follower

Sponsor
Vietato calpestare i sogni ©ELisa

Se i tuoi sogni dovessero volare più in alto di te,lasciati trasportare.Almeno nella fantasia, non poniamoci mai dei limiti.

Bike Sharing Napoli

Un nuovo sito targato WordPress

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

Monster's Blog

Sbatti il "mostro" in homepage!

Questione di... Social!

Susanna Moglia - Content Marketing | SEO | Social Media Marketing

Marco Freccero

La storia prima di tutto

apbeni

Just another WordPress.com site

DonneInsieme

Un confronto aperto sulle passioni, i sogni, le delusioni e le incazzature quotidiane

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Lo Scrittore Maledetto

Non è tanto chi sei, quanto quello che fai, che ti qualifica

Gabriellaraffaele's Weblog

Grazie di aver visitato la mia pagina del blog

La Triquetra

Blessed are the stupid who can dream...

Il blog di Tonia Limatola

"Non siamo mai così privi di difesa, come nel momento in cui amiamo" S.Freud

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

Targato Gs o Cs

La vita secondo noi, giornaliste o croniste sfigate

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: