La magnifica lettera di separazione di «L’amante di Lady Chatterley»

La lettura di un classico desta in me sempre un interesse speciale. Questa convinzione nasce dall’idea che un libro che suscita successo negli anni, deve, per forza, avere un qualcosa in più. E difatti, quasi sempre porta dentro di sé un concetto eterno, che va al di là del modo di pensare del momento.
Così è stato anche per L’amante di Lady Chatterley, il primo e-book acquistato tramite il mio Kindle, l’e-reader di Amazon che ho preso da poco e che, per un lettore, è l’Eden!

La protagonista del romanzo di David H. Lawrence è Constance (meglio conosciuta come “Connie”), una ragazza romantica ed intellettuale, di mentalità aperta e avanti per il periodo nel quale vive (siamo verso il 1915). Sposerà Clifford Chatterley, un uomo della bassa aristocrazia, totalmente ascetico, freddo e dedito soprattutto al pensiero e alla continua ricerca del successo come scrittore. Clifford resterà infermo e Connie, a causa della freddezza e dei comportamenti di lui, arriverà ad odiarlo ed instaurare una passionale relazione con Mellors, il guardiacaccia della tenuta di suo marito.
Connie, lontana dal marito per una breve vacanza a Venezia con la sorella, decide di separarsi ed invia una lettera a Clifford con la quale gli dà il benservito!

E qui sta la grandezza di questo classico. Tale missiva può considerarsi valida tutt’oggi, una moglie delusa potrebbe eseguire un copia-ed-incolla, cambiare i nomi dei personaggi ed inviarla via e-mail al marito disinnamorato.
Cambia il mezzo non il contenuto.
Leggere per credere.

Caro Clifford, temo che quello che tu avevi sempre previsto sia accaduto. Sono innamorata di un altro uomo e spero che tu vorrai concedermi il divorzio.
Al momento sto con Duncan nel suo appartamento. Ti ho già detto che era a Venezia con noi. Sono molto spiacente per te, ma cerca di prenderla con calma.
Tu, in realtà , non hai più bisogno di me e io non posso sopportare l’idea di tornare a Wragby.
Sono veramente molto dispiaciuta. Tu fà di tutto per dimenticarmi, concedimi il divorzio, trovati una moglie migliore. Non sono davvero la persona giusta per te, ho troppa poca pazienza e sono troppo egoista, credo. Ma non posso davvero più tornare a stare con te. E sono così terribilmente dispiaciuta per te.
Se cerchi di prenderla con calma, vedrai che le cose non sono poi così terribili. In realtà , io come persona non ti ho mai interessato.
E dunque perdonami e liberati di me.

 

 

MMo

Sono nato a Napoli nel 1970, laureato in Matematica ed Informatico di professione, da sempre sono appassionato di tecnologia e di Internet, di sport e di ecologia, di cinema e di libri ... Mi piace mischiare le mie passioni e da questi minestroni nasce faCCebook.eu

Tagged with: , , , , , , , ,
Pubblicato su Donne
One comment on “La magnifica lettera di separazione di «L’amante di Lady Chatterley»
  1. Ma è effettivamente sempre la stessa cosa E qui la discussione potrebbe non finire mai, per cui mi guardo bene dal cominciarla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Scarica gratis l’app ufficiale di faCCebook!
«Gli ultimi giorni di HP Pozzuoli», scarica gratis l’ebook!

Inserisci la tua e-mail per ricevere le notifiche di nuovi articoli

Segui assieme ad altri 25 follower

Sponsor
Vietato calpestare i sogni ©ELisa

Se i tuoi sogni dovessero volare più in alto di te,lasciati trasportare.Almeno nella fantasia, non poniamoci mai dei limiti.

Bike Sharing Napoli

Un nuovo sito targato WordPress

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

Monster's Blog

Sbatti il "mostro" in homepage!

Questione di... Social!

Susanna Moglia - Content Marketing | SEO | Social Media Marketing

Marco Freccero

La storia prima di tutto

apbeni

Just another WordPress.com site

DonneInsieme

Un confronto aperto sulle passioni, i sogni, le delusioni e le incazzature quotidiane

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Lo Scrittore Maledetto

Non è tanto chi sei, quanto quello che fai, che ti qualifica

Gabriellaraffaele's Weblog

Grazie di aver visitato la mia pagina del blog

La Triquetra

Blessed are the stupid who can dream...

Il blog di Tonia Limatola

"Non siamo mai così privi di difesa, come nel momento in cui amiamo" S.Freud

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

Targato Gs o Cs

La vita secondo noi, giornaliste o croniste sfigate

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: