Chelsea-Napoli, i motivi della disfatta

Sono trascorse più di dodici ore dal tracollo degli azzurri allo Stamford Bridge di Londra e, a mente fredda, posso analizzare con calma e lucidità le cause della sconfitta del Napoli.

Sono convinto che la colpa sia da attribuire ad alcuni giocatori azzurri che, pur impegnandosi al massimo delle loro possibilità fisiche, mentali e tecniche, non possono competere con i campioni del Chelsea.

Calciatori come AronicaZuniga ed il buon Dossena non sono all’altezza per partecipare ad una competizione del calibro della Champions League. Lo stesso Campagnaro ha mostrato limiti ed inespierenza.

 

 

Come si può pretendere che Aronica riuscisse a fermare la furia-Drogba? Il lucchetto palermitano (come è chiamato dai tifosi napoletani) ce l’ha messa tutta, nulla da dire. Si è aiutato con i gomiti, le braccia, di pancia, di schiena … ha usato tutti i mezzi e le energie fino all’unghia del mignolo sinistro pur di bloccare l’astuto (e perfido) fuoriclasse della Costa d’Avorio ma non poteva farcela.
Due pesi diversi, non sono confrontabili. Già nella gara di andata aveva compiuto dei veri prodigi agonistici limitando i danni ma i miracoli non si ripetono mai due volte

Lo stesso discorso vale per Dossena. Quel fallo di mano in piena area ricorda lo stesso incauto gesto di Parma – allora non punito – senza nessun senso. Forse era meglio far entrare Britos, magari poteva essere utile anche nella contraerea visto i tanti cross che piovevano in area.

Discorso a parte merita Zuniga. Alterna (rari) dribbling da campione ad estenuanti errori, innumerevoli finte per di più inutili. Ma ciò che mi fa veramente imbestialire di questo giocatore è l’incapacità nei cross. Dico io: giochi sulla fascia da sempre, ma un benedetto traversone riuscirai prima o poi a calibrarlo? Almeno in questo Dossena (a volte) mi sembra superiore.

Non voglio sembrare distruttivo nei confronti dei nostri difensori. Evidenzio solo che, fintantoché si tratta di marcare Calaiò o Bogdani, riescono pure. Ma a certi livelli, come suol dirsi, non possono competere.

Per quanto esposto mi sento – sinceramente – di ringraziare la squadra del Napoli.
Nonostante tutto siamo arrivati a far tremare il colosso inglese, siamo con un piede in finale di Coppa Italia e, tutto sommato, lottiamo per un posto in Champions League. Il gioco degli azzurri è divertente, i nostri campioncini lottano sempre al massimo e ci siamo tolti tante belle soddisfazioni. Sinceramente, credo che di più non si poteva proprio fare.

La sconfitta? E’ lo sport bellezza!

 

MMo

Sono nato a Napoli nel 1970, laureato in Matematica ed Informatico di professione, da sempre sono appassionato di tecnologia e di Internet, di sport e di ecologia, di cinema e di libri ... Mi piace mischiare le mie passioni e da questi minestroni nasce faCCebook.eu

Tagged with: , , , , , , , , , , ,
Pubblicato su Sport

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Scarica gratis l’app ufficiale di faCCebook!
«Gli ultimi giorni di HP Pozzuoli», scarica gratis l’ebook!

Inserisci la tua e-mail per ricevere le notifiche di nuovi articoli

Segui assieme ad altri 25 follower

Sponsor
Vietato calpestare i sogni ©ELisa

Se i tuoi sogni dovessero volare più in alto di te,lasciati trasportare.Almeno nella fantasia, non poniamoci mai dei limiti.

Bike Sharing Napoli

Un nuovo sito targato WordPress

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

Monster's Blog

Sbatti il "mostro" in homepage!

Questione di... Social!

Susanna Moglia - Content Marketing | SEO | Social Media Marketing

Marco Freccero

La storia prima di tutto

apbeni

Just another WordPress.com site

DonneInsieme

Un confronto aperto sulle passioni, i sogni, le delusioni e le incazzature quotidiane

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Lo Scrittore Maledetto

Non è tanto chi sei, quanto quello che fai, che ti qualifica

Gabriellaraffaele's Weblog

Grazie di aver visitato la mia pagina del blog

La Triquetra

Blessed are the stupid who can dream...

Il blog di Tonia Limatola

"Non siamo mai così privi di difesa, come nel momento in cui amiamo" S.Freud

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

Targato Gs o Cs

La vita secondo noi, giornaliste o croniste sfigate

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: