«Sul terreno ha lasciato 100milioni»: il doveroso sacrificio alla Belva

Quale creatura infernale può lasciare sul campo cento milioni in un solo giorno? Chi è così potente da far discutere di sè da Tokyo a Parigi, da Milano ad Honk Kong?

E’ il «mostro» al quale tutti i governi del mondo devono sottostare, un essere deforme che comanda il destino degli uomini, regola l’economia del Pianeta. I politici legiferano per soddisfare la fame di quest’implacabile divinità moderna, una belva la cui ingordigia permanente sta distruggendo ogni risorsa presente sulla nostra amata Terra.

 

La Borsa, spietata belva moderna

 

La borsa mondiale, il luogo ove quotidianamente avvengono spostamenti di capitali, numeri che vanno ad incrementare le cospicue rendite di alcuni e fuggono dai patrimoni di altri. Cifre che ai tanti non dicono nulla: “la borsa di Tokyo ha chiuso con un meno 4%”, “oggi sono stati bruciati 250milioni in poche ore …” frasi sibilline comprese solo dagli esperti del settore che lasciano indifferente la casalinga di Voghera.

La gravità non sta tanto nell’incomprensione totale del linguaggio utilizzato bensì dal constatare che l’andamento dei mercati finanziari ha sostituito la persona nell’agenda politica del mondo.

Dobbiamo prenderne atto: da Monti a Putin, da Obama fino al più lontano Premier, ogni uomo di potere promulga nuove leggi in funzione del dio denaro di cui la borsa è la massima rappresentate. Con la giustificazione di migliorare i conti pubblici e combattere l’eterna crisi economica, vengono tagliati i costi dello stato sociale: i treni dei pendolari ridotti all’osso, gli autobus di linea dimezzati, i pullman per le periferie soppressi, la scuola senza risorse, la sanità deve arrangiarsi, il ministro dell’ambiente è da tempo senza portafoglio … il debito pubblico vola, l’economia balla, la borsa brucia, i grafici urlano, noi comuni cittadini paghiamo il conto.

Al prossimo summit mondiale, propongo il primo punto dell’ordine del giorno: è giusto sacrificare la vita di milioni di persone per soddisfare – ad ogni costo – l’avidità della «belva»?

Allo spread l’ardua sentenza.

 

MMo

Sono nato a Napoli nel 1970, laureato in Matematica ed Informatico di professione, da sempre sono appassionato di tecnologia e di Internet, di sport e di ecologia, di cinema e di libri ... Mi piace mischiare le mie passioni e da questi minestroni nasce faCCebook.eu

Tagged with: , , , , , , , , , , , , , , ,
Pubblicato su Società
One comment on “«Sul terreno ha lasciato 100milioni»: il doveroso sacrificio alla Belva
  1. matteo baudone ha detto:

    difficile dare una risposta…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Scarica gratis l’app ufficiale di faCCebook!
«Gli ultimi giorni di HP Pozzuoli», scarica gratis l’ebook!

Inserisci la tua e-mail per ricevere le notifiche di nuovi articoli

Segui assieme ad altri 25 follower

Sponsor
Vietato calpestare i sogni ©ELisa

Se i tuoi sogni dovessero volare più in alto di te,lasciati trasportare.Almeno nella fantasia, non poniamoci mai dei limiti.

Bike Sharing Napoli

Un nuovo sito targato WordPress

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

Monster's Blog

Sbatti il "mostro" in homepage!

Questione di... Social!

Susanna Moglia - Content Marketing | SEO | Social Media Marketing

Marco Freccero

La storia prima di tutto

apbeni

Just another WordPress.com site

DonneInsieme

Un confronto aperto sulle passioni, i sogni, le delusioni e le incazzature quotidiane

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Lo Scrittore Maledetto

Non è tanto chi sei, quanto quello che fai, che ti qualifica

Gabriellaraffaele's Weblog

Grazie di aver visitato la mia pagina del blog

La Triquetra

Blessed are the stupid who can dream...

Il blog di Tonia Limatola

"Non siamo mai così privi di difesa, come nel momento in cui amiamo" S.Freud

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

Targato Gs o Cs

La vita secondo noi, giornaliste o croniste sfigate

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: