Ritorno alla Lira? La Matematica non è un’opinione

«L’Italia è fuori dall’Euro, dal primo gennaio 2013 torna la Lira»

Cosa accadrebbe se questa immaginosa dichiarazione diventasse realtà? Da vecchio (e teorico) matematico quale io sono, ho subito calcolato le possibili conseguenze sulle nostre finanze. Da informatico, quale la vita mi ha portato ad essere, ho svolto due conti pratici pratici per descrivere lo scenario pazzesco a cui andremmo incontro.

A voi i risultati della mia analisi.

 

Ritorno alla lira?

 

Dopo settimane di sciopero generale indette dai Sindacati, cortei con milioni di operai senza soldi e speranze, negozi con le saracinesche chiuse da giorni, fulmini di guerra lanciati da Confindustria: «sposteremo le nostre fabbriche in Cina!» (perché non è già così oggi?), manifestazioni dei pensionati dagli slogan sinistri: «non faremo più i baby-sitter dei nostri nipotini!», prese di posizioni estreme da parte di cantanti e veline, pericolo di sospendere il campionato di calcio, minacce dei boss di espropriare i capitali delle eco-mafie all’estero, il Governo, d’accordo con le parti sociali (si dice sempre così anche quando non è vero), ha stabilito i criteri con i quali verranno determinati i nuovi prezzi con la vecchia moneta.

A Natale, sul sito ufficiale, viene pubblicata la seguente dichiarazione «la conversione da euro in lire non sarà calcolata in modo matematico ma interpretato caso per caso».

Per un concetto di trasparenza, seguono anche degli esempi pratici:

  • la pensione minima passa dagli attuali 500€ a 600.000 lire; una pensione di 900€ passa a 1.080.000 lire (1€=1200Lire);
  • gli stipendi dei dipendenti (pubblici e privati) utilizzano il valore 1€=1000Lire: chi guadagna 1300€ percepirà 1.300.000 Lire, da 1500€ a 1.500.000 Lire …;
  •  la benzina costerà 3.000Lire al litro: i petrolieri ne chiedevono 4.000 ma il Governo, con una forte presa di posizione, è riuscito ad ottenere questo prezzo sbalorditivo di cui va fiero;
  •  luce, gas, acqua, bollette del telefono …, per soddisfare le richieste delle varie associazioni dei consumatori, verranno calcolate con un più chiaro 1€ = 2000Lire (invece dell’incomprensibile 1.936,27)
  • gli stipendi dei grandi manager e professionisti (medici, primari, notai, farmacisti, dentisti, militari, bancari, escort, calciatori, personaggi TV, avvocati, magistrati, imprenditori … ), visto il momento di crisi economica, utilizzeranno momentaneamente la conversione 1€=2500Lire che, nel 2014, verrà aggiornato con un più equo 1€=3000Lire.

Discorso a parte meritano i politici che, visto lo sforzo profuso nel passaggio lire->euro->lire, si sono proposti ed accordato all’unanimità un bonus straordinario sulle pensioni d’oro ed un incremento dei loro stipendi pari all’inflazione percepita del 30%.

La nota del Quirinale si conclude con un accorato appello alla nazione:
«con questa innovativa riforma ci siamo lasciati alle spalle il momento-no della nostra economia. Invitiamo tutti i concittadini a spendere, i consumi sono ripartiti. L’inflazione è sotto controllo e la disoccupazione mai così bassa. Della mafia non c’è più traccia.
Buon Natale a tutti e Dio salvi l’Italia».

MMo

Sono nato a Napoli nel 1970, laureato in Matematica ed Informatico di professione, da sempre sono appassionato di tecnologia e di Internet, di sport e di ecologia, di cinema e di libri ... Mi piace mischiare le mie passioni e da questi minestroni nasce faCCebook.eu

Tagged with: , , , , , , , , , , , , , , ,
Pubblicato su Disastri
6 comments on “Ritorno alla Lira? La Matematica non è un’opinione
  1. baldini giovanni ha detto:

    Tutte stronzate lo stipendio dipendenti pubblici, privati e pensioni varie dovrebbero essere adeguate al il cambio 2001, quindi eruo 1300 x 1936,27 ugale Lire 2.517.000, euro 500 di pensione minima uguale lire 968.135 ! ! ! ! ! Forse noi dipendenti torneremmo a respirare un po’ di ossigeno, molto meno per quanto riguarda pizzerie, ristoranti, bar ecc ecc, !! esempio tre pizze, tre birre, tre caffe totale eruo 55, come spiegare tale cifra in lire, quindi 106.494 ‘????????????? Risolvendo questo dilemma, potreste smettere di dire cagate stratosferiche e riportare l’economia del nostro paese paragonabine non a quella del Burundi ma a quella dei paesi sviluppati, industrializzati e chi più ne ha più ne metta, possibilmente non nel culo!!!

  2. Edoardo Meola ha detto:

    questa é pe me solo teoria. Ad un ritorno (per me auspicabile) della lira, gli altri mercati europei non starebbero a guardare . Anche Grecia, Spagna, Portogallo e chissá quante altre nazioni premerebbero sull’accelleratore per il ritorno alla propria divisa. Ci sono troppi interessi e investimenti in gioco per staccarsi così dolcemente da una europa che sta implodendo. Anche la Germania, da furbo condottiero, ha giá pronto un piano B. Sembra che miliardi di Nuovi marchi siano belli pronti in qualche forziere Svizzero. Organizzazione teutonica…..

  3. beatrice ha detto:

    senti abbiamo capito che sei un matematico ma i conti non te li sai proprio fare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Scarica gratis l’app ufficiale di faCCebook!
«Gli ultimi giorni di HP Pozzuoli», scarica gratis l’ebook!

Inserisci la tua e-mail per ricevere le notifiche di nuovi articoli

Segui assieme ad altri 25 follower

Sponsor
Vietato calpestare i sogni ©ELisa

Se i tuoi sogni dovessero volare più in alto di te,lasciati trasportare.Almeno nella fantasia, non poniamoci mai dei limiti.

Bike Sharing Napoli

Un nuovo sito targato WordPress

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

Monster's Blog

Sbatti il "mostro" in homepage!

Questione di... Social!

Susanna Moglia - Content Marketing | SEO | Social Media Marketing

Marco Freccero

La storia prima di tutto

apbeni

Just another WordPress.com site

DonneInsieme

Un confronto aperto sulle passioni, i sogni, le delusioni e le incazzature quotidiane

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Lo Scrittore Maledetto

Non è tanto chi sei, quanto quello che fai, che ti qualifica

Gabriellaraffaele's Weblog

Grazie di aver visitato la mia pagina del blog

La Triquetra

Blessed are the stupid who can dream...

Il blog di Tonia Limatola

"Non siamo mai così privi di difesa, come nel momento in cui amiamo" S.Freud

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

Targato Gs o Cs

La vita secondo noi, giornaliste o croniste sfigate

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: