Cavani, il mio consiglio per tornare a segnare

Succede a tutti, non vedo perché non possa accadere anche ad un campione affermato e conclamato come Edinson Roberto Cavani, il nostro Matador.

Una mattina ti svegli e non sei più sicuro di nulla, l’incertezza prende il sopravvento e ciò che fino a ieri era semplice oggi diviene improvvisamente complicato. E’ «la sindrome della pagina bianca» per lo scrittore non più ispirato, il «braccino» per il tennista impaurito, l’astinenza dal gol per l’attaccante.

Il giocatore moderno e veloce visto nel girone di andata e desiderato dai club di mezzo mondo ora è un ricordo sbiadito. Il puledro scattante che rientra a centrocampo e recupera palloni fino in difesa continuando a segnare con la precisione di un cecchino è svanito sostituito da un atleta goffo e apatico, impreciso sotto porta e incapace di saltare gli avversari.

Il popolo partenopeo si domanda preoccupato dove sia finito il «mostro», colui che segnava di caviglia, collo, testa, coscia, piede, destro, sinistro. L’uomo grintoso, il trascinatore del Napoli, il leader incontrastato della squadra azzurra.

Nessuno può sapere quale sia il motivo dell’involuzione dell’uruguaiano, forse è lui stesso alla ricerca della sua vera personalità.

 

Cavani, dove sei finito?

 

E allora, da ex tennista e nuotatore dilettante quale io sono, mi permetto di inviare a te. atleta professionista e giocatore esemplare, un modesto consiglio tramite il tuo account ufficiale twitter.

Io ho più di quarant’anni, ti potrei essere padre e come tale ti scrivo questo messaggio: «figliolo, ritrova gli occhi della tigre, ritorna a giocare per divertirti, non ascoltare i milioni di tifosi che si aspettano da te sempre imprese speciali, limita le tue azioni a piccole ed elementari concetti, l’ABC del calcio. Con calma, ricostruisci la tua sicurezza, il gol può attendere, noi ti siamo sempre vicini, anche se non segni vai bene lo stesso. Un’ultima cosa: tagliati i capelli, impara a tirare i rigori, allenati con le punizioni e smettila di fare la signorina capricciosa! Datti una mossa, viziato!».

Vedrete che dopo aver letto questo post, il Matador inizierò di nuovo a segnare a raffica.
D’altronde, dalle mie parti si dice mazze e panelle fanno i figli belli.

 

MMo

Sono nato a Napoli nel 1970, laureato in Matematica ed Informatico di professione, da sempre sono appassionato di tecnologia e di Internet, di sport e di ecologia, di cinema e di libri ... Mi piace mischiare le mie passioni e da questi minestroni nasce faCCebook.eu

Tagged with: , , , , , , , , , , , , , , ,
Pubblicato su Sport

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Scarica gratis l’app ufficiale di faCCebook!
«Gli ultimi giorni di HP Pozzuoli», scarica gratis l’ebook!

Inserisci la tua e-mail per ricevere le notifiche di nuovi articoli

Segui assieme ad altri 25 follower

Sponsor
Vietato calpestare i sogni ©ELisa

Se i tuoi sogni dovessero volare più in alto di te,lasciati trasportare.Almeno nella fantasia, non poniamoci mai dei limiti.

Bike Sharing Napoli

Un nuovo sito targato WordPress

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

Monster's Blog

Sbatti il "mostro" in homepage!

Questione di... Social!

Susanna Moglia - Content Marketing | SEO | Social Media Marketing

Marco Freccero

La storia prima di tutto

apbeni

Just another WordPress.com site

DonneInsieme

Un confronto aperto sulle passioni, i sogni, le delusioni e le incazzature quotidiane

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Lo Scrittore Maledetto

Non è tanto chi sei, quanto quello che fai, che ti qualifica

Gabriellaraffaele's Weblog

Grazie di aver visitato la mia pagina del blog

La Triquetra

Blessed are the stupid who can dream...

Il blog di Tonia Limatola

"Non siamo mai così privi di difesa, come nel momento in cui amiamo" S.Freud

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

Targato Gs o Cs

La vita secondo noi, giornaliste o croniste sfigate

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: