WhatsApp? Un’app senza spina dorsale

«Mamma, Ciccio mi tocca. Mamma, Ciccio non mi tocca più!» è un famoso slogan in voga nella mia infanzia.
Quando mio fratello disturbava i miei giochi, correvo da mia mamma a reclamare per non essere infastidito. Poi, se rimanevo troppo tempo da solo, tornavo di nuovo da mia mamma per richiedere la presenza del divertente «incursore».

Questo motto mi è balzato alla mente qualche giorno addietro quando – finalmente! – la fatidica data è giunta e whatsapp è scaduto.

 

Whataspp, scade o non scade?

 

Ero troppo curioso, volevo scoprire se veramente la famosa app blocca l’invio e ricezione dei messaggi verso i contatti della rubrica registrati al servizio oppure i fantomatici ottanta centesimi annuali richiesti per continuare ad utilizzare l’applicazione appartengono alla sfera delle leggende metropolitane. Il mio interesse cresceva anche per l’assenza di articoli in Rete su questo temuto stop, da tutti paventato e mai documentato.

E così, il 10 marzo scorso, quelli di whatsapp hanno mantenuto fede alla minaccia scritta nelle impostazioni dell’app (informazioni account-> informazioni sul pagamento) e mi hanno disattivato la chat. Non appena provavo a spedire un saluto, un blocco ostile mi avvertiva che, per proseguire, avrei dovuto metter mano al portafoglio.

Devo dire che, nelle due settimane antecedenti all’espulsione dal mondo fatato dei messaggi gratuiti., Brian Acton e Jan Koum (i creatori di whatsapp), con periodicità quotidiana, mi rammentavano con un bieco conto alla rovescia la somma da pagare.

Conscio dei miei ideali non profit, ho tenuto duro senza mai cedere alle pressione via smartphone. Anzi, ho alzato il livello dello scontro chiedendo la cancellazione del mio profilo da whatsapp (impostazione->elimina il mio account). Un’intera giornata di tentativi falliti: ad ogni richiesta di eliminazione del profilo, ricevo l’insolita risposta: «assenza di connessione, operazione fallita».

In pratica, i codardi non mi hanno permesso di staccarmi dalla loro app.

Dopo un lungo tire-e-molla di richieste di cancellazione e rifiuti di completare l’operazione, i voltagabbana si sono arresi e mi hanno rinnovato gratuitamente whatsapp per un altro mese.

L’armistizio rinvia la battaglia di trenta giorni, nel mentre deduco che quelli di whatsapp sono schiavi della popolarità e per paura di perdere utenti non insistono col blocco della licenza.
Sono troppo furbi per non sapere che basta un attimo per distruggere la fiducia acquisita negli anni: con un click sei una celebrità, con due click rischi l’estinzione.

E’ la Rete bellezza!

 

MMo

Sono nato a Napoli nel 1970, laureato in Matematica ed Informatico di professione, da sempre sono appassionato di tecnologia e di Internet, di sport e di ecologia, di cinema e di libri ... Mi piace mischiare le mie passioni e da questi minestroni nasce faCCebook.eu

Tagged with: , , , , , , , , , ,
Pubblicato su Tecnologie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Scarica gratis l’app ufficiale di faCCebook!
«Gli ultimi giorni di HP Pozzuoli», scarica gratis l’ebook!

Inserisci la tua e-mail per ricevere le notifiche di nuovi articoli

Segui assieme ad altri 25 follower

Sponsor
Vietato calpestare i sogni ©ELisa

Se i tuoi sogni dovessero volare più in alto di te,lasciati trasportare.Almeno nella fantasia, non poniamoci mai dei limiti.

Bike Sharing Napoli

Un nuovo sito targato WordPress

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

Monster's Blog

Sbatti il "mostro" in homepage!

Questione di... Social!

Susanna Moglia - Content Marketing | SEO | Social Media Marketing

Marco Freccero

La storia prima di tutto

apbeni

Just another WordPress.com site

DonneInsieme

Un confronto aperto sulle passioni, i sogni, le delusioni e le incazzature quotidiane

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Lo Scrittore Maledetto

Non è tanto chi sei, quanto quello che fai, che ti qualifica

Gabriellaraffaele's Weblog

Grazie di aver visitato la mia pagina del blog

La Triquetra

Blessed are the stupid who can dream...

Il blog di Tonia Limatola

"Non siamo mai così privi di difesa, come nel momento in cui amiamo" S.Freud

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

Targato Gs o Cs

La vita secondo noi, giornaliste o croniste sfigate

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: