Juventus Primavera, piccoli «mostri» crescono

Lo zapping serale mi porta su SportItalia, c’è da seguire Napoli-Juventus: le squadre Primavera si contendono la Coppa Italia versione “giovani”.
Per l’occasione, il presidente De Laurentis apre il San Paolo alle famiglie: l’iniziativa riscuote un clamoroso successo di pubblico e sugli spalti si contano 35mila spettatori, perlopiù famiglie con figli. Bambini e ragazzi che approfittano della splendida serata primaverile per scoprire il San Paolo, il tempio che fu di Maradona ieri e di Cavani oggi.

In campo scendono ventidue giocatori tra i quindici ed i vent’anni, giovani promesse del calcio di domani, ragazzi sconosciuti alle grandi platee e – per la prima volta nella storia della Tim Cup Primavera – onorati da un palcoscenico così importante. La diretta televisiva impreziosisce l’evento portandolo alla ribalta nazionale.

Il risultato finale serve solo per le statistiche, ciò che veramente mi ha lasciato sbigottito è stato l’atteggiamento d Stefano Padovan e Federico Mattiello, i due goleador bianconeri.

Il primo, dopo aver realizzato il rigore del momentaneo uno a zero, esulta polemico verso la tribuna napoletana: si porta le mani a palmo aperto alle orecchie per simulare l’ascolto e poi zittisce il pubblico meravigliato con l’indice verso il naso. Peggio ancora Mattiello: dopo aver segnato, a pochi minuti dalla fine dei tempi supplementari, mentre i compagni lo festeggiano, si rivolge verso gli spalti e con le due braccia ripete un gesto tanto volgare da non poter essere descritto.

Padovan verrà prima redarguito dal suo stesso allenatore e poi sostituito, Mattiello espulso direttamente dall’arbitro per comportamento antisportivo.

Io, davanti alla tv, esterrefatto mi sono chiesto: «ma sti due idioti, sono impazziti?».

Che senso ha scimmiottare i peggiori comportamenti dei loro idoli più grandi?
Il pubblico tranquillo si limitava a guardare l’incontro senza ardore, con quel giusto tifo distaccato, pochi fischi e tanti applausi come la serata richiedeva.

Cosa avranno pensato i migliaia di ragazzini presenti all’incontro?
Possibile che questi giovani calciatori covino dentro di sé già un istinto pseudo-incivile o peggio ancora, razzista?

Si parla tanto di violenza nello sport e di prevenzione, sarebbe bello se a tante (inutili) dichiarazione da parte dei vertici del calcio nazionale seguissero finalmente delle azioni concrete. A partire proprio dai giovani Mattiello e Padovan.

Napoli attende le dovute scuse.

Padovan il mostro

MMo

Sono nato a Napoli nel 1970, laureato in Matematica ed Informatico di professione, da sempre sono appassionato di tecnologia e di Internet, di sport e di ecologia, di cinema e di libri ... Mi piace mischiare le mie passioni e da questi minestroni nasce faCCebook.eu

Tagged with: , , , , , , , , , , , ,
Pubblicato su Sport, Uomini
One comment on “Juventus Primavera, piccoli «mostri» crescono
  1. Mario Monfrecola ha detto:

    Chiedo venia:il giocatore autore delle volgarità dopo il secondo gol della Juve è Gerbaudo e non Federico Mattiello come riportato nel post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Scarica gratis l’app ufficiale di faCCebook!
«Gli ultimi giorni di HP Pozzuoli», scarica gratis l’ebook!

Inserisci la tua e-mail per ricevere le notifiche di nuovi articoli

Segui assieme ad altri 25 follower

Sponsor
Vietato calpestare i sogni ©ELisa

Se i tuoi sogni dovessero volare più in alto di te,lasciati trasportare.Almeno nella fantasia, non poniamoci mai dei limiti.

Bike Sharing Napoli

Un nuovo sito targato WordPress

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

Monster's Blog

Sbatti il "mostro" in homepage!

Questione di... Social!

Susanna Moglia - Content Marketing | SEO | Social Media Marketing

Marco Freccero

La storia prima di tutto

apbeni

Just another WordPress.com site

DonneInsieme

Un confronto aperto sulle passioni, i sogni, le delusioni e le incazzature quotidiane

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Lo Scrittore Maledetto

Non è tanto chi sei, quanto quello che fai, che ti qualifica

Gabriellaraffaele's Weblog

Grazie di aver visitato la mia pagina del blog

La Triquetra

Blessed are the stupid who can dream...

Il blog di Tonia Limatola

"Non siamo mai così privi di difesa, come nel momento in cui amiamo" S.Freud

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

Targato Gs o Cs

La vita secondo noi, giornaliste o croniste sfigate

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: